OGGETTI CHE SI MUOVONO

UTILIZZARE DEI PARAMETRI Vediamo in questi primi esperimenti l'utilità di usare delle lettere al posto dei numeri. Se vogliamo posizionare un punto in una certa posizione sarà sufficiente specificare le sue coordinate e , ma una volta stabilita la sua posizione rimarrà lì... Che fare se invece vogliamo poter spostare il punto in seguito, o vogliamo che si muova in un certo modo - quindi, in entrambi i casi vogliamo riservarci la possibilità di cambiare le sue coordinate? Nei prossimi esperimenti vediamo come una lettera può essere utilizzata come contenitore, un segnaposto - placeholder in Inglese - che possiamo poi riempire con contenuti via via diversi. RICORDA: per aggiungere un punto scrivi le sue coordinate (in forma numerica.. o algebrica) tra parentesi tonda e separate da una virgola [p.e.: A=(3, 7)]

PER OGNUNO DEI SEGMENTI COLORATI, CREA UN PUNTO CHE SI MUOVA SU DI ESSO SFRUTTANDO IL PARAMETRO VARIABILE a.

RICORDA: per creare un segmento usa la funzione "segmento(<punto>, <punto>)" [p.e. per tracciare un segmento dal punto (2,4) al punto A - che deve essere già presente per essere riconosciuto - segmento((2,4), A)]

CREA UN SEGMENTO ASCENSORE POSIZIONATO SULLA LINEA BLU E CHE SALGA IN CIMA TRAMITE IL PARAMETRO h.

CREA I TRE SEGMENTI E FALLI MUOVERE NELLE AREE COLORATE SFRUTTANDO IL PARAMETRO VARIABILE a.

RICORDA: puoi aggiungere un poligono con la funzione "poligono(<punto>, ..., <punto>)" [p.e. poligono((2,3), (6, 3), (4,4))

COSTRUISCI TRE QUADRATI CHE PARTANO DALLA POSIZIONE TRATTEGGIATA E SI MUOVANO NEGLI SPAZI COLORATI SFRUTTANDO LA VARIABILE a.

Riproduci il seguente modello costituito da una piattaforma centrale e con tre gradini laterali per parte che vengono innalzati da opportuna leva. Sfida aggiuntiva: l'altezza della piattaforma può essere cambiata tramite un parametro h (ma il numero dei g