Diffrazione alla Fraunhofer da N fessure

Autore:
ellebi
L'intensità della luce, di lunghezza d'onda λ, che attraversa da N fessure, distanti d e di larghezza a, e che colpisce uno schermo posto a distanza D, è data, per angoli piccoli e incidenza normale, da I = I <sub>0</sub> [ sen (N &pi; d x /D ) / sen (&pi; d x /D ) ]² [ sen ( &pi; a x /D) /(&pi; a x /D ) ]² dove x è la posizione sullo schermo, relativamente al centro della fila di fessure. Il grafico presenta dei massimi, nei punti di coordinata xMAX = k D &lambda; /d con distanza reciproca tra due massimi successivi pari a D &lambda; /d dei minimo, buio, nei punti di coordinata xMAX / N (tranne attorno al max principale) e dei massimi secondari .
La curva si ottiene nell'approssimazione per cui sen &theta; è sostituibile con tan &theta; dove &theta; è l'angolo tra il centro della fila di sorgenti e il punto sullo schermo.